Cosa è la Luce Blu?

La luce solare è formata da luce rossa, arancione, gialla, verde, blu, indaco e viola. Quando messe assieme, diventa la luce bianca che vediamo. Ognuno di questi colori ha una diversa energia e lunghezza d’onda. I raggi derivanti dall’estremità rossa hanno lunghezze d’onda più lunghe e meno energia. Dall’altro lato, i raggi blu hanno lunghezze d’onda più brevi e più energia. La luce che sembra bianca può avere una grande componente blu, che può esporre l’occhio a una maggiore quantità di lunghezza d’onda dall’estremità blu dello spettro.

luce

Come veniamo a contatto con la Luce Blu?

La più grande fonte di Luce Blu è la luce solare. Possiamo ritrovarla anche in:

  • Lampade fluorescente
  • Lampada fluorescente compatta
  • Luce LED
  • Televisioni a schermo piatto LED
  • Monitor dei Computer, smart phones, e tablet

L’esposizione ai raggi blu che riceviamo dagli schermi è inferiore rispetto alla quantità di esposizione che abbiamo dal sole. Eppure, vi è una grossa preoccupazione per gli effetti che possiamo avere a lungo termine dall’esposizione che abbiamo quotidianamente dagli schermi di smartphones, computer e televisioni, a causa della stretta vicinanza degli schermi e del tempo che trascorriamo a guardarli. Secondo un recente studio, gli occhi dei bambini assorbono più luce blu rispetto agli adulti dagli schermi dei dispositivi digitali.

Ecco il link dello studio:
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21600300?report=abstract

Quali sono i benefici della Luce Blu?

La Luce Blu è importante per la nostra salute:

  • Aumenta l’attenzione, aiuta la memoria ed il sistema cognitivo, migliora l’umore.
  • Regola il ritmo circadiano – l’orologio biologico che detta il ritmo sonno-veglia. L’esposizione ai raggi blu durante il giornale migliora le tue funzionalità. Una esposizione duratura nelle ore notturne (con smart phones, tablets, computer, televisione) può alterare il ciclo del sonno-veglia, portando poi a disturbi del sonno e del sistema nervoso, aumentando così lo stato di stress.
  • Una mancata esposizione alla luce solare nei bambini può interferire con lo sviluppo anatomico dell’occhio e quindi influire sulla vista. Recenti studi hanno dimostrato che la carenza di esposizione ai raggi blu porta allo sviluppo della miopia.

Ecco il link dello studio:
www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25535358

Come viene percepita dall’occhio la luce?

Quasi tutta la luce visibile attraversa la cornea e la lente e raggiunge la retina. Questa luce può influire sulla vista e può invecchiare prematura

mente gli occhi. Le prime ricerche mostrano che troppa esposizione alla luce blu potrebbe portare a:

Affaticamento digitale: la luce proveniente dagli schermi dei computer e dai dispositivi digitali può ridurre il contrasto portando all’affaticamento degli occhi digitale. Affaticamento, secchezza degli occhi, cattiva illuminazione o come ti siedi davanti al computer possono causare affaticamento degli occhi. I sintomi di affaticamento degli occhi comprendono occhi irritati, secchezza e difficoltà di messa a fuoco.

Danno della retina: alcuni studi suggeriscono che la continua esposizione alla luce blu nel tempo potrebbe portare a danneggiare le cellule della retina. Ciò può causare problemi alla vista come la degenerazione maculare legata all’età.

Cosa puoi proteggere i tuoi occhi?

Se l’esposizione costante alla luce blu da smartphone, tablet e schermi di computer è un problema, ci sono alcuni modi per ridurre l’esposizione alla luce:

Tempo dello schermo: prova a ridurre il tempo che trascorri davanti a questi schermi e / o fai delle pause frequenti per far riposare gli occhi.

Filtri: i filtri applicati allo schermo sono disponibili per smartphone, tablet e schermi di computer. Riducono la quantità di raggi blu emessa da questi dispositivi che potrebbero raggiungere la retina nei nostri occhi.

Occhiali per computer: gli occhiali per computer con lenti di colore giallo che bloccano la luce blu possono aiutare ad alleviare l’affaticamento della vista digitale aumentando il contrasto.

Lenti antiriflesso: le lenti antiriflesso riducono l’abbagliamento e aumentano il contrasto e bloccano anche la luce blu del sole e dei dispositivi digitali.

Se passate molte ore seduti davanti ad un computer, bisogna ricordarsi di avere una postura adeguata per ridurre il più possibile le problematiche di cervicalgia dovute al text neck.

Un affaticamento degli occhi può portare ad una condizione di cefalea dovuta ad una iperattivazione della corteccia cerebrale o dei nervi che innervano l’occhio.
Ecco il link della relazione di cefalea e problemi visivi:

Articolo scritto da:

Sebastian Guzzetti

Osteopata DO – m.Roi
Dott. Magistrale in Scienza dello Sport
Dott. in Scienze Motorie

Condividi